Le vite degli altri

Dal film “Das Leben der Anderen“, “Le vite degli altri”, Florian Henkel von Donnersmark 2006.

“Le vite degli altri” vinse l’Oscar per il miglior film straniero. Sublime questo estratto nel quale lo scrittore Georg Dreyman (Sebastian Koch) inizia a dubitare della possibilità di una vita libera e al contempo morale nel suo Paese, la Germania dell’Est. E sconvolge a sua insaputa anche l’esistenza dell’agente Gerd Wiesler (Ulrich Mühe, due premi come migliore attore per questa interpretazione). L’agente della Stasi è impegnato a spiarlo giorno e notte, il suo lavoro è monitorare le vite degli altri, per raccogliere le prove di una sua presunta attività sovversiva. Finché non sottrae un libro di poesie di Bertold Brecht dalla casa dello scrittore, e non si lascia toccare l’anima dalle note del suo pianoforte.

Un film commovente e amaro, da non perdere.

0 thoughts on “Le vite degli altri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *