Imbiss Kultur 4: Matreshka, cucina semplice e veloce dall’est Europa e tanta vodka

Questo ristorante mente. Vi promette di essere veloce ed economico. E in verità la cucina è velocissima e alla fine sarete increduli dello scontrino. Ma, stranamente, resterete inchiodati al tavolo e faticherete moltissimo ad andare via. Il perché? Semplice: un bicchierino di vodka, limpida, pura, freddissima che il cameriere vi riempirà sempre, a tutto pasto. Appena entrati ne potete chiedere uno già mentre consultate il menù, poi scoprirete quanto è deliziosa buttarla giù mentre mangiate e infine, sono sicuro, il cameriere vi porterà una delle sue specialità, a cui non potrete dire di no. E il ristorante che prometteva di essere veloce diventa il luogo di un improvvisato festino. Il succitato cameriere ha dato più volte prova di gradire, mostrando non solo una enorme pazienza, ma anche uno spirito conviviale che ci trasporta lontano dalla fredda cortesia dei Prussiani e ci fa volare nell’Europa dell’Est: non stupitevi se alla fine insisterà a bere un poco al tavolo insieme a voi. Ma in fondo questo è uno dei motivi per cui questo ristorantino ci piace così tanto e per cui ve lo consigliamo.
Oltre alla selezione di vodka, da bere appunto a tutto pasto, potrete assaggiare qualche specialità della cucina russa e ucraina, servita in modo semplice e, questo sì, davvero veloce. Potete cominciare con una zuppa Soljanka, continuare con un’insalata (da non confondere con il nostro mix di verdurine crude, qui il concetto di insalata è naturalmente russo, cioè denso e ipercalorico) e continuare col piatto principale. La cosa bella è che a questo punto zuppa e insalata costeranno di meno, perché lo strano principio economico che regna in questo ristorantino è proprio questo: più piatti ordini, meno costano.
Sul menù troverete poi piatti di carne come il gulash, piatti con patate, piatti di verdure, ma voi non perdetevi assolutamente i Pelmeni che sono la vera sorpresa nel menù di Matreshka: si tratta di una specie di tortelloni realizzati con una pasta senza uova e che possono essere ripieni di carne, cavolo o, la nostra versione preferita, di salmone. La cuoca li prepara al momento e quindi vi verrà chiesto di aspettare circa un quarto d’ora (che secondo loro è tanto!). Ve li serviranno fumanti, accompagnati da panna acida. Siccome saziano molto vi consigliamo di dividere il piatto fra più commensali e magari ordinarli con diversi ripieni.
I dolci, delle specie di crepes alla marmellata o al cioccolato, lasciano un po’ a desiderare, quindi potete anche sorpassarli senza rimpianti e buttarvi direttamente sulla scelta della vodka a fine pasto: meravigliosa quella alla betulla.
Infine, si tratta chiaramente di un ristorante russo, ma bisogna assolutamente sfatare alcuni sterotipi:
Sterotipo n°1: russo non significa che vi ritroverete in una folkloristica scenografia di legno dipinto, foto del Dottor Zivago e del Cremlino con i sempiterni fuochi artificiali, bandiere rosse sbiadite o menù in cirillico. L’arredamento è semplicissimo (a confronto l’Ikea sembra una chiesa barocca di Palermo), le matriosche sono solo dipinte sui muri chiari e che ricordi i tempi del comunismo rimane solo il vino preferito da Stalin, nel menù (un rosso leggero e dolce).
Stereotipo n°2: russo non significa che a fine pasto si possono spaccare i bicchieri per terra. Lasciateli sul tavolo! Il cameriere è pazientissimo, ma non lo abbiamo ancora sfidato fino a questo punto!
Stereotipo n°3: pensate che dopo tanta vodka sarà impossibile alzarvi il giorno dopo senza un cerchio di piombo in testa? Sbagliato. Una vodka così buona non fa mai brutti scherzi. Sarete stupefatti. E capirete perché questo ristorantino è diventato uno dei nostri preferiti.

Matreshka – Östeuropaisches Schnellrestaurant –
Boxhagener strasse 60
Berlin – Friedrichshain
S-Bahn Kreuzberg

P.s. Vodka a parte è un ristorante adatto anche a chi viaggia con i bambini: i sapori di questa cucina sono molto semplici e i piatti incredibilmente leggeri, piaceranno anche a loro. Ovviamente state attenti che la cosa trasparente nel loro bicchiere sia veramente acqua e non la cosa trasparente che è nel bicchiere di mamma e papà!

3 thoughts on “Imbiss Kultur 4: Matreshka, cucina semplice e veloce dall’est Europa e tanta vodka

  1. Pare bello, della vodka si pagano tutti gli shot o c’è una sorta di forfait? Nei Pelmeni, come sono i cavoli? Interi o a mò di crauti? Grazie per la segnalazione, vedrò di testarla 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *